Statistiche

Pagine visitate totali: 201104
Visitatori totali: 63580

Associazione

Sostieni il Sorriso

5 x mille

5xmille_small

Home Associazione Presentazione Discorso di Loredana Palomba

NewsLetter

Nome:

Email:

Dimensione Carattere

Increase Font Size Option 7 Reset Font Size Option 7 Decrease Font Size Option 7
Discorso di Loredana Palomba PDF Stampa E-mail
Presentazione
Scritto da Loredana Palomba   
Venerdì 08 Gennaio 2010 19:26

Il mio ricordo di Claudio…

Amore mio,

ancora una volta sono qui seduta alla scrivania cercando di scrivere le mie emozioni...i miei ricordi.

Questa volta però ho un fine particolare…devo raccontare di te... a tutte quelle persone che non ti hanno mai incontrato.

E’ difficile riuscire a trovare le parole giuste per descriverti…per far si che tutti possano apprezzarne la tua essenza…il tuo essere unico e speciale…e non risultare troppo banali e scontati.

Per me eri tutto e altro ancora.

La mia vita prima di conoscerti era statica…senza nessun senso…vivevo per vivere…assaporavo la vita ma senza gustarla.

Poi circa 9 anni fa, ho conosciuto te… un ragazzo timido,riservato…ma già mostravi di avere qualcosa in più di tutti i ragazzi che conoscevo…tutti gli altri sembravano scontati… tutti uguali….senza peculiarità, che seguivano le mode del momento senza capirne il significato…solo perché “lo facevano gli altri”. Tu si,eri diverso, avevi le tue idee…le tue opinioni e le esponevi…ma senza mai risultare arrogante…rispettavi le idee altrui anche se magari non appartenevano alla tua idea!

All’inizio eravamo due semplici ragazzini delle scuole che imparavano a scoprirsi giorno dopo giorno: musica preferita, squadra del cuore, esperienze scolastiche, amicizie.

C’ero alla tua festa dei 18 anni..come tu alla mia… ai tuoi studi per prendere la patente e alle prime guide a bordo della Renault 19.

A scuola tutti i professori ti amavano, eccellevi in tutto.

E anche tanti ragazzi della scuola ti apprezzavano, tanto da votarti per due anni consecutivi il loro rappresentante di Istituto.

In ogni momento della tua infanzia, della tua fanciullezza e del tuo essere uomo sei sempre stato “eccezionale e fuori dal comune”...

Se dovessi descrivere come è cambiato il nostro amore dal principio ad ora, direi sicuramente che è un amore cresciuto giorno dopo giorno, ora dopo ora, minuto dopo minuto… senza nessuna fretta, percorrendo tutte le tappe, non saltandone neanche una.

Fino ad arrivare agli ultimi tempi in cui il nostro amore si avvicinava all’infinito e come ci dicevamo sempre… sarebbe cresciuto ancora fino ad arrivare all’infinito e ++++.

E’ difficile amore descriverti…era molto più bello e semplice viverti!

Tu hai fatto nascere una nuova vita nella mia vita…mi hai insegnato più di ogni altra persona al mondo…

Per te era più bello donare che ricevere…e di doni ne hai fatti veramente tanti… mi hai donato l’amore e tutto te stesso.

Anche se tu sei sempre stato una persona ambiziosa e volevi ottenere il massimo e il meglio da ogni cosa, mi dicevi sempre che non avresti mai sacrificato la famiglia… avresti tranquillamente rifiutato un lavoro importante se questo andava ad inficiare in qualche modo quelle che erano le tue priorità. Mettevi l’amore al primo posto su tutto.

L’hai fatto quando hai rifiutato di andare a New York per un progetto importante quando io stavo vivendo un periodo non felice.

L’hai fatto quando hai rifiutato un lavoro dove avresti viaggiato tanto per non stare tanto tempo lontano da me.

Ma soprattutto hai fatto mille piccoli grandi gesti.

Mi hai sempre stupita e mi hai sempre mostrato sicurezza e tanto tanto amore.

 

Nella tua breve vita sei riuscito a “lasciare un segno” dentro ogni persona che hai incontrato: e per amicizia, e come compagno di scuola, e come fratello, e come figlio, e come cugino, e come parente, e come alunno, e come collega o semplicemente come passante...

Per molti sei Campione…tu che a soli 24 anni hai brillantemente raggiunto il traguardo della Laurea…come meglio non potevi fare…e allo stesso tempo lavoravi. Il lavoro per te significava imparare…conoscere… non lavoravi per lavorare…lavoravi per creare. …per crescere.

Qualche settimana fa, ho ricevuto una lettera da un tuo ex collega…tu non lo sai amore perché non te l’hanno mai fatta leggere…Avevi scritto una lettera di ringraziamenti per i colleghi dopo che avevi saputo che non potevi continuare il tuo lavoro con loro per problemi dell’azienda…Loro hanno scritto di te:

“Abbiamo dato a Claudio la nostra "esperienza lavorativa " e lui ci ha ricompensato con la sua " forza giovanile ".

Un ottimo scambio che dovrebbero fare tutti i " giovani " che entrano nel mondo del lavoro e tutti i " vecchi " che già ci sono !”

Per molti sei Mister…un ragazzo da prendere come esempio…Chi, a 26 anni, ha un lavoro che lo gratifica e di responsabilità?

Chi a 26 anni… finisce di arredare la propria casetta…curando ogni minimo particolare…dedicandosi anima e corpo per farla diventare bellissima…la casetta dei sogni?Chi a 26 anni decide di aiutare un bambino che non ha avuto la fortuna di nascere in un Paese come il nostro…adottandolo?

Molti ragazzi a questa età pensano al locale per andare a bere e a fare i soldi giocando al superenalotto…non capendo che bisogna sudare e che le soddisfazioni arrivano con il duro lavoro.

Per il mio compleanno mi hai scritto su un bigliettino: “vai sempre in fondo piccola, sempre in fondo a tutto, solo così otterrai le più grandi soddisfazioni".

Per molti sei l’amicone… un ragazzo di cui ci si può fidare…che mai ti tradirà e sarà sempre al tuo fianco per sostenerti e mostrare che nella vera amicizia non ci si nasconde nulla.

Per i genitori sei il figlio che si possa sognare…mai una preoccupazione…mai un riprenderti per seguire la retta via…anzi…eri tu che indirizzavi…eri tu che guidavi gli altri nella giusta direzione…hai sempre avuto la testa sulle spalle…mai provato a fumare…mai provato a bere…a meno che non fosse la tua Coca Cola.

Per i fratelli sei il fratello migliore che si possa avere…tu.. sempre presente… sempre un pensiero per loro…vi capivate solo guardandovi…non erano necessarie mille parole…le parole servono solo a coloro che non si amano.

Per i nipotini sei lo zio con cui giocare…e vivere la spensieratezza dell’esser fanciulli.

Per ogni donna sei il perfetto compagno di vita…

Amore mio…

I ricordi sfrecciano veloci…si rincorrono…si prendono per mano…come noi due…anni magnifici passati l’uno accanto all’altro…senza mollarci mai un secondo…affrontavamo la vita sempre assieme…qualsiasi decisione bisognava affrontarla insieme.

Non c’era bisogno di alcun vincolo per giurarci il nostro amore e la nostra voglia di stare insieme per sempre…nessuno poteva separarci…nessuno.

Però volevamo comunque coronare il nostro amore…sognavamo la favola… giurarci amore eterno davanti a Dio…io vestita di bianco e tu sicuramente elegante e bellissimo.

Volevamo creare una nostra famiglia.

Io volevo quattro figli, ma tu dicevi: “quattro sono tanti…meglio tre”.

Abbiamo fatto mille progetti insieme…ci siamo attraversati fino nel profondo…di certo non poteva finire così.

Ripensare ai nostri sogni che non si potranno mai più realizzare è devastante.

La vita senza te è devastante.

Ho tanta rabbia dentro e non riesco ancora a credere come tutto questo sia successo.

Penso a te…penso a noi…non potremo più decidere la città dove vivere per sempre…non potremo più decidere se avere tre o quattro figli.

Non potremo più essere noi, insieme per sempre... all’infinito e +++.

 

In ogni ruolo che hai avuto sei riuscito a creare un ponte in grado di costruire verso gli altri un rapporto unico e indimenticabile, sei riuscito a donare emozioni forti, genuine... a chiunque hai regalato un SORRISO...

Chi ha avuto la fortuna di conoscerti sa che queste cose non sono esagerate, ma sentite e provate... chi non ti ha conosciuto fatica a credere che in questi tempi possano essere vissuti ragazzi così... Tu vivevi, ti divertivi, hai assaporato gli ottimi risultati senza danneggiare nessuno, senza umiliare nessuno... hai donato senza chiedere... tu che non assaporavi la vita ma la gustavi!

In ogni momento sei riuscito a dare la carica giusta, la risposta giusta, l'emozione giusta a chiunque ne avesse bisogno e quello che posso fare per te amore è di restituirti in minima parte ciò che tu umilmente e sapientemente mi ha donato...

Amore mio ti prometto che andrò avanti per te…ti prometto di portare il tuo sorriso alla gente…solo così tu vivrai ancora…solo così farai gustare agli altri la vita!